news

NUOVA GALLERIA INSERITA NELLA SEZIONE ‘PERFORMANCE’.

 

acta

19260378_10212789336789144_8084729237755840069_n


LABS Gallery è lieta di annunciare la sua partecipazione al programma OPENTOUR 2017 con
Incidenze SpazialiTransizioni verso il contemporaneo: nuovi progetti per il complesso di San Barbaziano

Progetto a cura di
Piero Deggiovanni
Leonardo ReganoPeriodo di esposizione
dal 22 Giugno al 14 luglio 2017
inaugurazione giovedì 22 giugno 2017 ore 16Progetto ospitato da
LABS GALLERY
via Santo Stefano, 38 Bologna

Evento OFF  – OPENTOUR 2017

in collaborazione con
POLO MUSEALE DELL’EMILIA ROMAGNA, ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA

Giovani artisti coinvolti

Luca Bernardello
Alessandro Pastore
Lucia Fontanelli
Alena Tonelli
Emanuela Perpignano
Estelle Casali
Sathyan Rizzo
Armenia
Christina G Hadley

L’attuale edificio di San Barbaziano, tra via Barberia e Cesare Battisti, è ciò che resta di un antico complesso conventuale, le cui prime tracce risalgono al periodo romanico. Sconsacrato e ridotto a poco più di un rudere urbano, questo luogo oggi conserva nelle sue strutture, ancora visibili, i segni di un passato che l’ha visto protagonista. L’ex chiesa oggi si ritrova in una condizione di incertezza, tra un passato non sempre glorioso e un futuro che stenta ad avverarsi. Silenzioso e imponente, nonostante la sua inagibilità San Barbaziano è ancora una presenza viva sul territorio, per chi vi abita attorno, per chi passando ne sbircia l’interno, per chi sta tentando di riportarlo a un nuovo splendore.
Incidenze spaziali è una mostra collettiva che nasce come indagine su questo spazio svolta attraverso il linguaggio dell’arte contemporanea. A nove giovani artisti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, scelti dopo un attento confronto tra Leonardo Regano e Piero Deggiovanni, è stato affidato il compito di studiare questo luogo e di aprirlo verso nuovi orizzonti interpretativi. In questa doppia conduzione curatoriale, i linguaggi si sono mescolati, e hanno prodotto sette progetti che hanno portato a contatto tra loro ricerche a carattere di diversa natura, neo oggettuale, relazionale, performativo e mediale, sintesi dell’emergente panorama culturale bolognese. I risultati di questa indagine si sono espressi nelle forme più recenti del linguaggio contemporaneo, muovendosi tra video, performance, pittura, installazione e fotografia.

Incidenze spaziali è un progetto organizzato nell’ambito del programma OPENTOUR 2017, promosso dall’Accademia di Belle Arti di Bologna,  dal Polo Museale dell’Emilia Romagna, a cui oggi è affidato il compito di valorizzare quel che resta della ex chiesa in attesa del restauro, e dalla LABS Gallery, che ospiterà l’intervento degli artisti coinvolti nei suoi spazi di Via Santo Stefano, 38 tra il 22 giugno e il 14 luglio.

_______________________________________________________________________

PUBBLICATA NUOVA GALLERIA FOTOGRAFICA NELLA SEZIONE ‘PERFORMANCE’

34

locandina_web

LA VESPERA VENERINA DEL GORA

E’ su di un letto che giace la Venerina di Clemente Susini ed è su di un letto che le spose kosovare della città di Prizren si fanno truccare secondo un’antica tradizione millenaria. Il sogno anatomico del ceroplasta fiorentino incontra le antiche simbologie di un maquillage le cui origini si perdono nel tempo. Armenia ci propone una sposa terbesha esanime che incarna sia il tramonto di una tradizione passata, che l’estetica della celebre Venerina, sospesa tra voluttà e morte.

CASTELLO DI ITRI (LT)/ 28-29 DICEMBRE 2016

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

 

AGGIUNTA NUOVA GALLERIA FOTOGRAFICA NELLA SEZIONE ‘PERFORMANCE’

dsc_7699

 

 

soluzione-4-corretta

L’Associazione Culturale Rosso Tiepido di Modena presenta, dal 14 al 28 ottobre 2016, un’esposizione collettiva dedicata al tema del dono. Curata da Bruno Benuzzi, artista e docente di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, la mostra raccoglie una selezione di opere realizzate per l’occasione da otto giovani artisti, laureandi e laureati dell’ateneo bolognese. In mostra, opere di Armenia, Valeria Bertolini, Federica del Piano, Pierantonio Gallini, Emy Giovannini, Sathyan Rizzo, Carmen Terlizzi ed Axel Zani. Dopo un’accurata analisi delle fonti, dall’antropologo francese Marcel Mauss al filosofo Ludwig Wittgenstein, da Alain Caillé a Jean Starobinski, il curatore propone una lettura del tema – “Il dono” – in chiave contemporanea, all’interno di quella Rete in cui si moltiplicano fenomeni come il file sharing ed il peer to peer. «Un bizzarro cortocircuito, scrive Bruno Benuzzi, venutosi a creare tra quello che veniva giudicato come un fenomeno desueto – tradizionale, legato a culture arcaiche, esotiche – e la più stretta attualità che vede le nuove generazioni, i cosiddetti nativi digitali, all’opera». La collettiva, che sarà inaugurata venerdì 14 ottobre alle ore 18.00, sarà visitabile fino al 28 ottobre 2016, da lunedì a venerdì con orario 15.00-17.30. Sabato 15 ottobre apertura straordinaria con orario 15.30-19.30; alle ore 18.00 esibizione dell’Orchestra Sinfonica Giovanile di Modena diretta dal Maestro Emanuele Raganato. Ingresso libero.

 

 

Armenia prima classificata (con ‘Santa Carrua ro’ Cori Ghiesù’) al contest ‘ColoraMu’ tenutosi a Rosolini (SR) il 24.08.16

santa carrua ro cori ghiesù, armenia 14067564_748721978603999_2418227424216417378_n 14079518_10208398517054632_5438346559402440021_n

 

 

 

 

Untitled-3

 

GIOVEDÌ SETTE LUGLIO.
DALLE DICIOTTO ALLE VENTUNO.
ALLA LAVANDERIA A GETTONI DI VIA IRNERIO.
COLLEGAMENTO IN STREAMING CON GLASGOW.
SPAZIO WEBCAM LIBERO.

ARMENIA PER MERZBAU/

HA PARTECIPATO CON:  ‘SONG OF ASCENSION’

 

 

 

 

 

 

armenia osso sacro marzo 2016

 

 

 

METACINEMAROSSO2 flyerdentro2

ARMENIA ALLA COLLETTIVA METACINEMA/

FESTIVAL NON COMPETITIVO DELLE AUDIOVISIONI IBRIDANTI

VERNISSAGE: 26 NOVEMBRE ORE 20:30
ACCADEMIA DI BELLE ARTI BOLOGNA

 

 

manifesto m 6x3

ARTE DEL TEMPO REALE/NUOVA GENERAZIONE

vernissage: 15 novembre 2015/ ore 19

Museo dell’Argilla/LAB Forma di Spadafora/Messina

 Armenia prenderà parte alla sezione ‘Videorama. La Sicilia sullo schermo dell’arte’

con una delle sue video-performance.

 

Invito

 

LA COLLETTIVA OSPITERA’ ALCUNE INCISIONI

SCELTE DI ARMENIA E ISIDE VALLESE TRATTE

DAL LIBRO ‘SOLUTIO PERFECTA’

DAL 15 SETTEMBRE AL 3 OTTOBRE 2015

AULA MAGNA BUB/VIA ZAMBONI 35 BOLOGNA

 

ECCETRA ANCILLA DOMINI

 

Locandina ExtrAtelier Cartellino

 loc armenia2

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA

AULA 1S

PROF. BRUNO BENUZZI

 

———————–

 

http://www.corriereelorino.it/artista-e-rosolinese-armenia-panfolklorica/

 

mariachiara-640x493

 

________________________

 

locandina

SANTO SANGRO

la risurrezione del sangue

performance site specific di Armenia 

con Armenia e Alessio Todde

19-20 Febbraio Gunther von Hagens’ Body World Roma

Raimondo di Sangro, alias il Principe di San Severo, viene spesso citato come il precursore ideale di Von Hagens. Personaggio di spicco del Settecento italiano è geniale inventore, folle alchimista e massone. Sono numerose le dicerie e le leggende sul suo conto. Una di queste lo crede capace di produrre una sostanza identica a quella ritenuta essere il sangue di San Gennaro, medesima nell’aspetto e nelle qualità. Ed è proprio il sangue il tema centrale della performance Santo Sangro: il salasso rituale di due figure bicrome incoronate d’oro, le stesse care ai trattati alchemici miniati, come l’Aurora consurgens di Tommaso d’Aquino.

 

 

 

 

manifesto muvi 10

RETABLO

un antidoto per la pittura

Alla stregua del leggendario Re pescatore, la pittura si trascina oramai malata, sfinita. Tutti i suoi caratteri sono stati mescolati, sovvertiti, evirati, dunque riappiccicati malamente, ottenendo come risultato finale un violento svuotamento dei suoi significati e significanti: una terra desolata. Come quel povero re azzoppato, attende di essere salvata, dalla verità, da colui che solo  riuscì nell’impresa di impossessarsi della reliquia massima, il sacro Graal.

Ispirata dal pittore Edwin Austin Abbey, Armenia propone una performance pittorica che , fungendo da antidoto, vuole trasformare il concetto di ‘quadro’ da fredda lapide museale in specchio attivo di significati, di simboli e di bellezza.

28-29 dicembre Castello di Itri (LT)

 

definitivissima con sponsor

 

NUOVO VIDEO DEI COIL COMMEMORATE ENSLAVE REALIZZATO DA ARMENIA

PUBBLICATA NUOVA SEZIONE DEDICATA ALLE PERFORMANCE! / NEW PAGE  ABOUT PERFORMANCE!

 

prova ULTIMA

narciso e accabadora sito def

 

 

ARMENIA AL VIDEOART YEARBOOK 2014- IX EDIZIONE

  7 LUGLIO ORE 17:30

Dipartimento delle Arti Visive – Università di Bologna
Piazzetta G. Morandi, 2 – 40125 Bologna

still 3 armenia bali coi pupi

Fedele a una tradizione ormai consolidata, anche quest’anno il Diparti- mento delle Arti celebra il culmine dell’estate con un evento culturale, presentando un ricchissimo programma fondato sulla videoarte. Questa forma tecnica ed espressiva è soltanto un minimo settore dell’amplissimo arco storico-disciplinare che il Dipartimento abbraccia, particolar- mente nel nuovo assetto, ma si raccomanda per il ruolo sempre più rilevante che la videoarte ha assunto, fungendo da punto di confluenza di ogni altro genere e tecnica. Si può ben dire che oggi tutte le arti si concentrano nel video, così come in altri tempi avveniva per il dramma o per la musica. Al solito, è stata cura degli organizzatori scegliere un testimone di grande valore a introdurre l’evento. Quest’anno la scelta è caduta su Carlo Terrosi, che da molti anni conduce una intensa attività promozionale e gestionale nel sistema delle arti, a Bologna e in tante altre sedi, alla testa di associazioni che portano nomi esemplari, quali Le macchine celibi e Lo specchio di Dioniso.

Dopo brevi saluti di autorità accademiche e di protagonisti della manifestazione, attorno alle 18,30 inizierà la proiezione dei ventotto video selezionati dal comitato critico, composto come negli anni pre- cedenti da Renato Barilli, Guido Bartorelli, Alessandra Borgogelli, Paolo Granata, Silvia Grandi, Fabiola Naldi. Come negli altri anni, se ne vedranno “di tutti i colori”, da mozziconi di inchiesta sociologica a gags dal sapore comico, per venire anche a creazioni di computer graphic, sempre più complesse e affascinanti.

Comitato curatoriale

Renato Barilli, Guido Bartorelli, Alessandra Borgogelli, Paolo Granata,Silvia Grandi, Fabiola Naldi

Segreteria organizzativa
Pasquale Fameli, Vardiana Iannazzo

Ospite d’onore
Carlo Terrosi

Gli artisti
ANDRECO E MANUEL MORUZZI, ARMENIA, SERGIA AVVEDUTI, STEFANO BALDINELLI, NICOLA BALLARINI, ELENA BELLANTONI, FILIPPO BERTA, ENRICO BRESSAN, RITA CASDIA, CIRIACA+ERRE, CON.TATTO, ANDREA CONTIN, ELISABETTA DI SOPRA, FRANCESCA FINI, CHRISTIAN FOGAROLLI, PATRIZIA GIAMBI, ALDO GIANNOTTI, ANTONIO GUIOTTO, MARCANTONIO LUNARDI, MATTEO MEZZADRI, LAURINA PAPERINA, LORENZA PERAGINE, MARCO RAPARELLI, CORRADO RAVAZZINI E GIOVANNA RICOTTA, ANNA RISPOLI, DANILO TORRE, DEBORA VRIZZI, AXEL ZANI.

http://www.videoartyearbook.it/wp-content/uploads/Programma_VYB_2014.pdf

 locandina01

SEPARATIOjp

http://www.bodyworldsinthecity.it/rebis/

rebis locandina

R E B I s

R E B I spag2

 

Nuovi video nella sezione “MEDIA”!/Enjoy new video in the “MEDIA” page!

 

loc

Armeniagabala

una moneta per l’ordine ritrovato
performance per spettatore singolo
Con il corpo incipriato di zafferano e il capo agghindato di rose, Armeniagabala, l’imperatrice, la dea unitaria che estirpa ogni contraddizione, svolge il suo rito. Vuole recuperare il terrore antico, il fuoco del gesto, il significato originario delle cose. Nessuna catarsi. L’eliminazione della guerra per mezzo della guerra stessa.


28-29 Dicembre 2013, Castello di Itri (LT)

31

http://suzannetoys.blogspot.it/

Annunci